12 03

Open

PREV NEXT

Foto: WATANABE Osamu

Caratteristiche del Museo

Manifesto

Il Museo d’Arte Contemporanea Kanazawa XXI Secolo è stato creato con l’obbiettivo di generare nuova cultura e rivitalizzare la città. In un momento storico di radicale cambiamento come il XXI secolo, è sorta la necessità di concepire nuovi modi di vivere la città. Il Museo d’Arte Contemporanea Kanazawa XXI Secolo si pone l’obbiettivo di esaltare il fascino e la forza creativa di Kanazawa attraverso la coesistenza e cooperazione tra museo e città.

1. Un museo che vive in un presente globale
Il Museo d’Arte Contemporanea Kanazawa XXI Secolo fornisce l’opportunità ai cittadini di godere dell’espressione artistica contemporanea mondiale. Tra le opere esposte è possibile osservare una ricca varietà di stili. Attraverso tale esperienza artistica, il museo fa da ponte tra la realtà locale di Kanazawa e la creazione artistica del futuro.
2. Un museo radicato nella città, che stimola la partecipazione diretta dei visitatori
Ci auguriamo che il Museo d’Arte Contemporanea Kanazawa XXI Secolo ricopra il ruolo di “piazza della città”: un luogo di educazione, creazione, intrattenimento e comunicazione. Attraverso una stretta collaborazione con i cittadini e le aziende continuiamo a rinnovare l’attività museale.
3. Un museo aperto al mondo in cui la tradizione locale si intreccia con il futuro
Attraverso un approccio focalizzato sull’incontro tra culture diverse, il museo si interroga sulle potenzialità che le arti tradizionali di Kanazawa che si tramandano dal periodo feudale possano avere in un XXI secolo multiculturale.
4. Un museo che cresce insieme ai bambini
Il museo funge anche da “aula scolastica” aperta all’arte e alla cultura, fornendo ai bambini che saranno i creatori della cultura del domani l’ambiente ideale per vedere, toccare con mano e sperimentare. Il museo continua ad evolversi insieme alle giovani generazioni.

Architettura

Concetto architettonico

Un museo aperto alla città come un parco
Situato al centro della città di Kanazawa, il Museo d’Arte Contemporanea di Kanazawa XXI Secolo è stato concepito per somigliare ad un parco, un luogo di incontro, e confronto, immediatamente accessibile a tutti. Per questa ragione le caratteristiche architettoniche dell’edificio, prevalentemente in vetro e a forma circolare, senza fronte né retro, così come l’orientamento e il tipo di illuminazione comunicano un senso di apertura. Inoltre, il museo viene incontro alle esigenze del pubblico offrendo apertura notturna e numerose attrazioni come negozi e ristoranti. Semplicità, divertimento e accessibilità sono le caratteristiche distintive del nostro museo.
Pluridirezionalità circolare.
La totalità del complesso è raccolta in una forma circolare. Questo design, in accordo con la pluralità degli ingressi e con le tre differenti strade che vi convergono, è stato concepito per integrare il Museo con la città circostante, rendendolo raggiungibile ed accessibile da tutte le direzioni.
Spazialità e orizzontalismo
Il percorso tracciato dai corridoi, combinato alla disposizione delle strutture – biblioteca, caffè, sale espositive etc. – che si susseguono d’intorno, riflette il circostante sviluppo urbano e crea la percezione di uno spazio orizzontale in continuo dilatarsi.
Trasparenza. Un’apertura propositiva
Le pareti esterne e buona parte di quelle interne sono in vetro. Abbiamo privilegiato questo materiale per comunicare trasparenza, luminosità e apertura. Tale scelta, allo stesso tempo, rende possibile, tra i visitatori, un dialogo di tipo visivo con chi si trova dall’altra parte della parete, fuori o dentro il Museo.

Architetto

Foto: Takashi OKAMOTO

Kazuyo SEJIMA + Ryue NISHIZAWA / SANAA
Lo studio di architettura SANAA (acronimo di SEJIMA and NISHIZAWA and Associates) ha vinto numerosi premi, tra cui il Leone d’Oro alla Mostra Internazionale di Architettura di Venezia nel 2004 e il Premio Pritzker nel 2010. Oltre che con il Museo d’Arte Contemporanea di Kanazawa XXI Secolo, lo studio SANAA ha collaborato con numerosi, importanti musei, tra cui Il Museo Kumanokodo Nakahechi (Wakayama), il Museo Ogasa a Iida (Nagano), il Museo Louvre-Lens (Lens, Francia), il New Museum of Contemporary Art di New York (USA) etc.
Lo studio SANAA è inoltre attivo nell’interior design, mostre, gestione dello spazio ed altri campi dell’architettura.
Kazuyo SEJIMA
1956.
Nasce nella prefettura di Ibaraki.
1981.
Completa gli studi presso la Japan Women's University.
Comincia a lavorare presso la società Toyoo Itō.
1987.
Fonda la propria società (SEJIMA Kazuyo Kenchiku Sekkei Jimusho).
1995.
Fonda lo studio SANAA con Ryue NISHIZAWA.
Attualmente insegna all’Università Keio.
Ryue NISHIZAWA
1966.
Nasce nella prefettura di Kanagawa.
1990.
Completa gli studi presso l’Università Nazionale di Yokohama.
Comincia a lavorare presso la società di Kazuyo SEJIMA (SEJIMA Kazuyo Kenchiku Sekkei Jimusho).
1995.
Fonda lo studio SANAA con Kazuyo SEJIMA.
1997.
Fonda la propria società (NISHIZAWA Ryue Kenchiku Sekkei Jimusho).
Attualmente insegna all’ Università Nazionale di Yokohama.

LOGO DEL MUSEO

Concept

Come logo del Museo ho scelto una riproduzione stilizzata del complesso visto dall’alto. Con questa scelta ho cercato di esprimere visivamente le idee di apertura e di accessibilità insite nel concepimento del Museo. Da principio ho scelto di evitare di creare qualcosa che richiamasse a un concetto astratto; ho preferito invece ideare qualcosa che all’uopo si presti ad avere una funzionalità, come quella di riferimento visivo del Museo nel suo insieme o di orientamento tra le sale espositive al suo interno. Taku SATŌ

Graphic designer

Taku SATŌ
Laureatosi nel 1979 all’Università delle Arti di Tokyo, si specializza nel 1981. Dopo aver lavorato qualche anno presso la Dentsu Inc. fonda il proprio studio, Taku Satō Design Office, nel 1984. Come graphic designer, oltre ad aver ideato il logo del Museo d’Arte Contemporanea di Kanazawa XXI Secolo e del Museo Nazionale della Natura e delle Scienze di Tokyo, ha ideato il logo “PLEATS PLEASE ISSEY MIYAKE”. Attivo anche come package designer, ha collaborato con compagnie quali la Lotte Co. Ltd. ("Lotte xylitol gum") e la Meiji Co., Ltd. (“Meiji oishii gyunyu”). Figura eterogenea, è inoltre co-ideatore e direttore artistico (dezain’a) del programma "Nihongo de Asobo", trasmesso dall’emittente televisiva NHK Educational TV (ītere). Attualmente è direttore del Museo 21_21 Design Sight.